fbpx

Cosa si intende per Social Media Monitoring

Il Social Monitoring è un’attività finalizzata a comprendere le dinamiche della consumer community dell’azienda. L’obiettivo del social media monitoring è analizzare i comportamenti dell’audience di riferimento.

social media monitoringAttraverso la sua funzione strategica, il social media monitoring se utilizzato in termini di social listening, si rivela un valido strumento in grado di percepire le esigenze del target di riferimento e valutare in quale misura un’azienda sia capace di rispondere a queste. Il monitoraggio dei social consente al brand di “scattare” una fotografia dettagliata del proprio target di riferimento, con particolare attenzione a ciò che viene richiesto dal mercato.

Quando si parla di social media listening, invece, si fa riferimento a quel processo di monitoraggio, identificazione e valutazione di tutto ciò che viene espresso sulla rete relativamente ad un determinato brand, prodotto o individuo. Per capire come fare social listening occorre, innanzitutto, chiarire gli obiettivi per svolgere una corretta attività di ascolto dei social media.

Ecco alcuni suggerimenti per costruire una valida strategia di social media listening:

  • Definizione degli obiettivi;
  • Conoscere le keywords;
  • Analisi della reputation;
  • Analisi del sentiment;
  • Piano d’azione

Le nuove frontiere del Social Media Listening per le Risorse Umane

In un mondo ideale, i recruiters dovrebbero riuscire a trovare candidati talentuosi che, con la giusta esperienza, siano in grado di apportare in azienda un valore aggiunto, raggiungendo obiettivi comuni. Nel mondo reale, però, riuscire a trovare il giusto compromesso tra le necessità aziendali e quello di cui i talenti necessitano diventa un’attività piuttosto complessa.

I recruiters, quindi, fanno riferimento al social sourcing, basandosi sul fatto che sui social network gli utenti tendono a connettersi e a riunirsi in base alle proprie affinità rispetto a temi e interessi specifici.

Se da un lato sia le affinità che la coesione si rivelano fondamentali in termini di produttività e di business, dall’altro sono le esperienze maturate durante il proprio percorso professionale a dare impulso all’innovazione e al cambiamento.

Nell’ambito del social media monitoring, riuscire ad utilizzare i social network per poter trasformare il recruiting è un’attività piuttosto complessa. Gli strumenti di analisi dei social media non possono essere trascurati per la ricerca del personale. Oltre al processo del social media monitoring, è importante sottolineare come l’attività di social recruiting non sia di poco conto. In questa fase, si attiva, infatti, una reale conversazione tra gli aspiranti candidati e le persone che meglio conoscono l’azienda ed il business, ovvero i dipendenti che già vi lavorano.

Naturalmente, la comunicazione interna deve essere chiara e in linea con i valori aziendali affinché vi sia un reale coinvolgimento dei dipendenti. Fare social media monitoring non basta. Lo step successivo per garantire migliori risultati in azienda concerne il volume e la continuità delle attività. Considerando che i social network permettono alle aziende di interagire con un enorme flusso di potenziali clienti, proseguire con un certo numero di attività da svolgere nel tempo e con costanza è fondamentale.

A tal proposito, inserire in maniera sporadica post per la ricerca di specifiche figure professionali è solo una strategia temporanea che aiuta ad identificare i potenziali talenti in un lasso di tempo pressoché minimo. Ecco che in questi casi, produrre contenuti mirati al proprio target di riferimento e ascoltare e monitorare in maniera attenta e costante i risultati raggiunti sono attività vantaggiose per raggiungere un’efficace strategia di social media monitoring all’interno di una struttura organizzativa.

I principali tools per il Social Media Monitoring

Le piattaforme di social media monitoring consentono di catturare le conversazioni più rilevanti per keyword o hashtag per sapere cosa dicono le persone relativamente ad un prodotto, brand o settore. Ci sono strumenti pronti ad aiutarci durante l’elaborazione di una strategia di social media listening. Eccone alcuni:

  • Facebook: un social newtork che presenta un’intuitiva funzione di ricerca da utilizzare sia durante la ricerca di post, di amici e non, che di specifici argomenti;
  • SharedCount, uno strumento capace di misurare l’engagement che viene prodotto in merito ad un determinato Url su alcune piattaforme social per sapere se i nostri prodotti stanno avendo successo;
  • Talkwalker, ovvero lo strumento per il monitoraggio professionale delle conversazioni online e delle menzioni dei brand presenti sulla rete;
  • Social Searcher, un motore di ricerca che consente di trovare menzioni di prodotti su Facebook, Twitter, Google Plus, Tumblr e Instagram. Le menzioni vengono poi ordinate per data e popolarità e allo stesso tempo vengono applicati appositi filtri per tipo di post e genere di social network;
  • Fbradar è un tool che consente di ricevere un alert via mail in base al numero di volte che il termine di interesse viene menzionato nei gruppi di Facebook scelti;
  • Google Social Search è un motore di ricerca dei risultati indicizzati da Google dedicato ai post sui social network per identificare le fonti più interessanti da Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram e Pinterest. L’elemento distintivo di questo tool è la possibilità di utilizzare uno o più media allo stesso tempo;
  • Social Mention è uno strumento che permette di ricevere alert via mail di menzioni di brand e discussioni di argomenti di attualità;
  • Tagboard consente, invece, di estrapolare i contenuti da Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram e Flickr. I risultati vengono a loro volta espressi in una schermata intuitiva con la possibilità di organizzarli per social network.

Autore: Angela Menna

 

Vuoi diventare un esperto nel Social Media Monitoring per le Risorse Umane? Fissa un incontro con una delle nostre Career Coach per avere maggiori informazioni sul percorso da intraprendere! Clicca sulla città di tuo interesse oppure scrivi a info@radar-academy.com

MILANOTORINOBOLOGNAVERONAROMANAPOLIPESCARABARI CATANIASALERNO

 

 

Menu