fbpx

Il settore delle risorse umane si avvale di innumerevoli professionisti che si occupano della gestione del personale di un’organizzazione e svolgono varie attività che vanno dalla pubblicazione di offerte di lavoro alla ricerca e selezione dei candidati, dalla formazione dei dipendenti al talent development, dallo sviluppo della carriera alla gestione delle buste paga, degli aspetti contrattuali e dei licenziamenti.

risorse umaneLe professioni nelle Risorse Umane riguardano figure come ad esempio addetti alle paghe e contributi, responsabili delle risorse umane, HR Specialists, Recruiter, Talent Managers, Employer branding e molte altre. Per garantire un certo livello di produttività in azienda, le professioni nelle risorse umane si rivelano utili per percepire le richieste di crescita dell’azienda, attraverso l’assunzione di nuovo personale, ascoltare adeguatamente le esigenze dei dipendenti relative a contratti, formazione, possibilità di carriera, e garantire un clima di lavoro favorevole nei confronti dei dipendenti, in modo da incrementare la produttività e la employee retention. Tuttavia, quali sono le principali professioni nelle risorse umane?

 

Il Recruiter

Si tratta della figura incaricata alla ricerca, valutazione e selezione dei candidati ideali per una determinata posizione all’interno dell’azienda. I recruiter rientrano all’interno delle professioni nelle risorse umane che lavorano all’interno del reparto gestione HR di aziende di dimensioni medio-grandi, oppure presso società di selezione del personale. Le attività di un recruiter possono essere così sintetizzate:

  • Garantire contatti adeguati con i candidati;
  • Gestire le candidature tenendo in considerazione requisiti ed esigenze;
  • Elaborare, nonchè pubblicare, annunci di lavoro;
  • Effettuare colloqui e occuparsi della selezione dei candidati.

Capacità interpersonali, comunicative e relazionali, abilità organizzative e di gestione del tempo e capacità di pensiero critico e risoluzione problemi sono soltanto alcune delle competenze richieste ad un potenziale recruiter.

Employer Branding & Talent Acquisition

Molte delle professioni nelle risorse umane non possono fare a meno di occuparsi di strategie legate all’Employer Branding, vale a dire l’insieme di attività di recruiting marketing volte alla costruzione di un’immagine aziendale che corrisponda all’identità dell’azienda come luogo di lavoro ideale. L’employer branding ad oggi è un fattore indispensabile per il successo delle organizzazioni. Questo accade in quanto le aziende possono trarre maggiori benefici da un maggiore interesse da parte di nuovi potenziali dipendenti e dalla maggiore fedeltà e impegno dei dipendenti attuali.

L’Employer branding è quindi un fattore determinante per elaborare una strategia di Talent acquisition, attraverso la quale alcune professioni nelle risorse umane vengono incaricate a trovare i candidati giusti, attrarli, coinvolgerli e assumerli. Attrarre i candidati ideali è un processo non semplice, che richiede una serie di passaggi, tra i quali:

  • Definizione degli obiettivi;
  • Identificazione del candidato;
  • Elaborazione della propria employee value proposition;
  • Definizione dei canali sui quali puntare il proprio employer branding;
  • Misurazione gli obiettivi raggiunti attraverso il proprio employer branding.

HR Manager

L’HR Manager è una delle professioni nelle risorse umane che si occupa di gestione, selezione, formazione e sviluppo del personale di un’azienda ed è a stretto contatto con la figura dell’HR Director o del management aziendale. La sua è una funzione molto complessa, che include tutta una serie di responsabilità. L’HR Manager, inoltre, ha un ruolo primario nel coinvolgere i dipendenti nella cultura aziendale.

L’HR Manager si occupa quindi delle seguenti attività:

  • Gestione del processo di reclutamento e selezione del personale;
  • Gestione degli aspetti amministrativi e fiscali legati alle risorse umane;
  • Elaborazione delle attività relative alla formazione del personale;
  • Valutazione delle performance dei dipendenti;
  • Definizione delle procedure per migliorare i ruoli e l’organizzazione aziendale;
  • Diffusione della cultura aziendale tra i dipendenti;
  • Incremento dell’engagement e della soddisfazione del capitale umano;
  • Sviluppo della funzione HR, tenendo conto della strategia aziendale.

 HR Generalist

Si tratta di una figura che si occupa di fornire supporto all’Ufficio del personale e/o alla Direzione Risorse Umane. Tra le professioni nelle risorse umane, l’HR Generalist è colui che lavora con Manager, supervisori o amministratori in tutte le pratiche HR, fornisce informazioni ai dipendenti sulle norme aziendali, le politiche del personale e supporto generale.

I suoi compiti possono essere così sintetizzati:

  •  Pubblicazione di annunci e assistenza nella procedura di assunzione, nonché sviluppo di contatti con università, agenzie per l’impiego e altri canali di reclutamento;
  • Gestione delle valutazioni del personale e delle posizioni;
  • Gestione della pianificazione di corsi di formazione del personale;
  • Elaborazione di report sulle statistiche del personale;
  • Ascolto dei reclami dei dipendenti ed elaborazione di una documentazione accurata e tempestiva sulle principali criticità nella gestione del personale.

HR Business Partner

Tra le principali professioni nelle risorse umane rientra anche la figura dell’HR Business Partner, che ha la funzione di identificare le persone ideali per le varie attività aziendali e per la costruzione di buoni rapporti e di un clima stabile all’interno del contesto aziendale. Gestire il cliente interno e guidare le scelte relative allo sviluppo del personale sono soltanto alcune delle attività delle quali si occupa un HR Business Partner.

Un professionista a tutti gli effetti in grado di stabilire importanti sinergie con il management delle aziende per allineare le strategie HR con gli obiettivi del business, legati naturalmente ai processi di recruitment, di valutazione delle performance, dell’organizzazione e dell’analisi dell’ambiente di lavoro. Avere una solida esperienza nelle risorse umane non basta. Un HR Business Partner deve possedere un patrimonio di conoscenze che toccano tutte le aree del management.

Deve essere in grado, ad esempio, di saper leggere e interpretare un business plan e saper interloquire con tutte le funzioni aziendali. Inoltre, l’HR Business Partner deve avere l’autorevolezza necessaria per collaborare in maniera diretta con l’alta direzione e la capacità di rendere partecipe il personale nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Autore: Angela Menna

 

Ambisci a una professione nelle Risorse Umane? Fissa un incontro con una delle nostre Career Coach per avere maggiori informazioni sul percorso da intraprendere! Clicca sulla città di tuo interesse oppure scrivi a info@radar-academy.com

MILANOTORINOBOLOGNAVERONAROMANAPOLIPESCARABARI CATANIASALERNO

Menu