fbpx

Essere competitivi nel business richiede avvalersi di talenti. Tuttavia, quando si pensa al concetto di talento, spesso si fa riferimento alle doti straordinarie di una persona, con delle qualità fuori dal comune. Anche all’interno di un contesto aziendale, spesso, il talento è attribuito a individui dotati di competenze straordinarie o grandi abilità.

Come individuare i talenti in azienda

A dire il vero, per un’azienda, il concetto di talento è differente. È inteso, infatti, come l’insieme dei valori aziendali condivisi dalla persona, che allo stesso tempo, si distingue dalle altre per una grande produttività e ricerca costante dei risultati. Sono questi gli elementi che rappresentano un valore aggiunto in termini di idee, atteggiamento e competenze. Utilizzare, quindi, un sistema integrato di attività volte a garantire all’organizzazione, attrattività, permanenza delle figure chiave, motivazione e sviluppo delle competenze vuol dire fare riferimento al talent management.

Per questo, nella fase di selezione del personale e quindi durante il processo di talent management, quali sono gli aspetti che un’azienda dovrebbe tenere in considerazione? Tra questi ne citiamo alcuni:

  • Senso di inadeguatezza. Nonostante i buoni risultati riscontrati sul posto di lavoro, chi è alla ricerca continua di migliorarsi risulta essere “positivamente inadeguato”. Si tratta di un atteggiamento incentrato sull’automiglioramento;
  • Aprire la mente ai cambiamenti. Avere talento vuol dire essere aperto a nuove idee, essere, cioè, un innovatore che guarda al futuro dell’azienda;
  • Senso di urgenza. Il vero talento crede che il momento giusto sia “adesso”. Ha un alto senso del dovere e quindi si attiva per realizzare prontamente idee e progetti;
  • Il “fare” anticipa “l’avere.” Essere intraprendenti e motivati dal desiderio di offrire il proprio contributo significa avere il vero talento;
  • Orientamento al “no problem.” Una persona che punta al risultato e ritiene che ogni barriera si possa abbattere può essere considerata quella giusta in azienda.

Comprendere come diventare Talent Manager non è un processo semplice. Occorre, in primis, studiare quelli che sono gli aspetti di cui un’azienda dovrebbe tener conto. E’ necessario, quindi, dotarsi di un ambiente fertile, affinchè un potenziale talento possa esprimersi al meglio, per poi mirare ad un piano di carriera adatto alle aspettative. Una scelta imprescindibile se vogliamo catturare un vero talento, evitando che vada altrove non appena il mercato si rimetterà in moto.

Il compito di un vero professionista HR, è quello di scovare nel suo team talenti nascosti o sottostimati, indispensabili soprattutto per i tempi di cambiamento. Le persone, in genere, lavorano all’interno di un contesto aziendale come viene loro richiesto. Ci sono alcune persone, però, in grado di sorprenderci solo con le loro idee. Ecco che in questo caso, di fronte alla domanda “Come diventare talent manager?” è difficile dare una risposta esaustiva, proprio perchè non basta avere a disposizione un ambiente favorevole nei confronti dei dipendenti, ma riconoscere in maniera adeguata ciò che spetta loro.

Ogni responsabile HR, per avere una maggiore consapevolezza su come diventare Talent Manager, potrebbe tentare la strada della “discussione”, anche digitale, per identificare i talenti nascosti, ascoltare le loro idee e permettere che crescano all’interno di un contesto aziendale.

Diventare talent manager con un Master in Management delle Risorse Umane

Per capire come diventare Talent Manager occorre essere dotati dei seguenti requisiti:

  • Propensione al rapporto umano;
  • Buone doti organizzative e comunicative;
  • Ottime capacità di negoziazione, per dirimere eventuali controversie in azienda;
  • Buone competenze tecniche per una valida gestione delle Risorse Umane.

Lavorare nelle Risorse Umane richiede una specializzazione nell’HR Management, mediante un percorso ad hoc. Basti pensare, ad esempio, al master in management delle Risorse Umane, un percorso che aiuta a comprendere come diventare Talent Manager e che consente di acquisire tutte le competenze necessarie per lavorare nell’ambito della gestione delle Risorse Umane anche a livello nazionale.

Frequentare un Master in Management delle Risorse Umane è, insomma, una valida soluzione. In questo modo, si ha la possibilità di sapere come diventare Talent Manager, conoscere gli strumenti utili per individuare il potenziale futuro dei collaboratori e l’importanza di non creare confusione tra il talento e il ruolo. Viene dato, quindi, risalto alle capacità cognitive del talento, alle sue conoscenze tecniche e capacità comportamentali.

Il Master ha, inoltre, l’obiettivo di presentare i principali orientamenti aziendali nella gestione dei talenti ed è concentrato sui percorsi di crescita e di sviluppo delle risorse e sugli strumenti di apprendimento.

Se in passato, la sfida fra organizzazioni avveniva attraverso la migliore gestione degli impianti o del materiale, oggi le cose sono cambiate. E’ la gestione ottimale del personale a fare la differenza. Considerando che il team impiegato dalla direzione del personale ha un ruolo chiave sia nelle grandi che nelle piccole aziende, ad oggi, per capire come diventare Talent Manager, occorre avvalersi di veri professionisti che siano capaci di eseguire le seguenti operazioni:

  • Essere flessibili ai cambiamenti del mercato del lavoro;
  • Elaborare progetti innovativi;
  • Favorire la creazione di un clima lavorativo fertile;
  • Tenere in considerazione le esigenze delle risorse interne;
  • Reperire le risorse esterne;
  • Focalizzarsi sui processi di change management;
  • Saper trasmettere le proprie conoscenze.

Un valido master in Management delle Risorse Umane consente di approfondire tutte le tematiche indispensabili per assicurare un approccio sistemico a coloro che, oltre comprendere come diventare Talent Manager, intendono puntare alle aree del personale e alle società di consulenza manageriale, collegando in questo modo, strumenti di organizzazione, gestione e amministrazione delle Risorse Umane.

Autore: Angela Menna

 

Vuoi diventare Talent Manager? Fissa un incontro con una delle nostre Career Coach per avere maggiori informazioni sul percorso da intraprendere per ricoprire questa figura professionale! Clicca sulla città di tuo interesse oppure scrivi a info@radar-academy.com

MILANOTORINOBOLOGNAVERONAROMANAPOLIPESCARABARI CATANIASALERNO

Menu